Qualunque sia la motivazione che spinge a cercare casa, prima di partire per questa bellissima ed elettrizzante nuova esperienza, fondamentale è avere le idee chiare in base a quelle che sono le esigenze personali e/o familiari.

Qualunque sia la motivazione che spinge a cercare casa, prima di partire per questa bellissima ed elettrizzante nuova esperienza, fondamentale è avere le idee chiare in base a quelle che sono le esigenze personali e/o familiari.
Una volta individuato quello di cui si ha veramente bisogno e che coincide con quello che si desidera, se rientra anche nelle possibilità economiche allora è possibile restringere il campo a una ricerca mirata. L’agenzia immobiliare potrà sicuramente essere d'aiuto in questo percorso.
Poste queste premesse e individuata la casa che fa al proprio caso, prima di procedere con l’acquisto fondamentale è porsi delle domande, onde evitare brutte sorprese.

Domandare perché la casa è in vendita

Può sembrare una domanda quasi stupida ma il primo step è proprio quello di domandare ai proprietari perché stanno vendendo quella casa e da quanto tempo. Come si dice, la prudenza, in questi casi, non è mai troppa! Una volta accertati che non ci sia nulla da nascondere potrete richiedere la superficie utile abitabile che corrisponde a quella effettivamente calpestabile, inclusi i sottotetti abitabili.

Chiedere chi è il vero proprietario dell’immobile e se la documentazione è in regola

Anche questa domanda è importantissima e costituisce un passaggio imprescindibile. Bisogna, infatti, verificare, che il venditore sia effettivamente il proprietario dell’immobile e l’unico intestatario. Occorre accertarsi che sulla casa non ci siano ipoteche né mutui e che non sia oggetto di un’asta giudiziaria. Queste verifiche si effettuano presso la Conservatoria dei Registri immobiliari. Inoltre, è importante controllare che tutti i documenti urbanistici siano in regola, richiedendo una visura catastale aggiornata della casa, verificando la destinazione d’uso e controllando che la planimetria catastale e la mappa corrispondano allo stato di fatto dell’immobile.

Chiedere se gli impianti sono a norma e qual è la classe energetica dell’edificio

Il proprietario dell’immobile dovrà rilasciare un certificato che attesti che gli impianti sono a norma e un documento sulla classe energetica dell’edificio (attestato di prestazione energetica), che può dipendere da diversi fattori. Una casa con una buona classe energetica consente di risparmiare sulle bollette.

Accertarsi delle condizioni dell’immobile e se saranno necessari in futuro interventi di manutenzione straordinaria

Spese importanti, come ristrutturazioni, rifacimento del tetto o delle pertinenze possono comportare un importante esborso di denaro anche a breve scadenza. Per questo è importante accertarsi delle condizioni dell’edificio e degli interventi di cui potrà avere bisogno.

Domandare se l’immobile può essere modificato o ampliato

In futuro potreste avere bisogno di allargare casa, aggiungere un piano, un balcone, una veranda o aprire nuove finestre. Chiedete se è possibile fare interventi sull’edificio e fino a che punto.

Chiedersi se si dispone di abbastanza denaro

L’acquisto di una casa può comportare spese impreviste, negli interventi di manutenzione, ma anche nell’arredamento. Essere preparati ad affrontare nuove necessità è importante.

Fare domande sui vicini

I rapporti di vicinato sono molto importanti. Anche l’acquisto della casa dei sogni può trasformarsi in un incubo in caso di vicini molesti. Chiedere come sono i vicini, se sono rumorosi o tranquilli, disponibili o inflessibili è molto importante. Un domani potreste avere bisogno della loro collaborazione o del loro assenso a lavori di ampliamento di casa o all’aggiunta di pertinenze.